Maker Faire 2021 - Aggiornamento lavori

Cari studenti e studentesse,

vi scriviamo per il prossimo passo del gruppo di progetti sviluppati per il corso.
Dopo la Notte Europea dei ricercatori è il momento del secondo step: la EUROPEAN MAKER FAIRE 8-10 ottobre 2021.

Per partecipare con il proprio progetto alla MAKER FAIRE 2021, che si svolgerà quest'anno al Gazometro e online, vi chiediamo di portare le tavole d'esame stampate e plastificate e di lasciarle a Barbara in Aula Plastici entro e non oltre mercoledì 6 ottobre. Inoltre vi chiediamo di caricareil pdf delle tavole d'esame e i file per il taglio al link a seguire (create una vostra cartella con Cognome-NomeProgetto se non presente):
https://drive.google.com/drive/folders/1Z5oIGQz1-tKIRUJ4PrRTNKsvTYEW0nKh

Ricordiamo a tutti che la Maker Faire è un'interessante esperienza di confronto e di prova per i vostri progetti.

Vi ricordiamo inoltre i prossimi passi:
Mostra Urban Retree - 21 Novembre, giornata mondiale dell'albero - Mostra con prototipi legno e cartone;
Salone del Mobile - Primavera 2022 - Urban Retree mira a portare al Salone 2022 pezzi che usciranno dalla sperimentazione.

Speriamo di poter esporre tutti i vostri progetti e di vedervi presto.

TPP's team!

Mer, 29/09/2021 - 12:45
CONSEGNA 02_MICOZZI

1.Avviato il programma si aprirà l’interfaccia iniziale, dopodiché andrò a creare il mio modello parametrico (famiglia) / NUOVO -> MODELLO GENERICO METRICO -> APRI.

screnn 1 bim 1.png

222222222_0.PNG

2.Creo quattro piani di riferimento, che mi serviranno come base per la mia estrusione, meglio ancora se posti da una parte e dall’altra dell’asse originario.  / CREA -> PIANO DI RIFERIMENTO o RP (Reference plan).piani riferim.PNG3.Per rendere simmetrici i nostri assi ANNOTA -> ALLINEA (DI) -> Clicco una prima volta per quotare gli assi e clicco una seconda volta per fissare la quota -> Cliccare su EQ per rendere uguale la distanza tra i tre assi.

allinea quote.PNG

allinea quote 2_0.PNG4.Ottenuta la nostra griglia possiamo creare la nostra estrusione/ CREA -> ESTRUSIONE. Una volta terminata la -> spunta verde nella barra degli strumenti in alto per salvare l’estrusione.

estrusiione allineata ai piani_1.PNG5. E’ necessario allinearvi la nostra estrusione perché i piani di riferimento serviranno a modificare gli oggetti-/ MODIFICA -> ALLINEA (AL) -> Clicco sul piano di riferimento -> Clicco sul lato dell’estrusione che voglio allineare -> Chiudere il lucchetto .   

estrusione e ombregg e allineamento_0.PNG6. Ora andiamo a creare i nostri parametri. Per fare ciò generiamo prima una quota che parta da un’estremità del nostro oggetto fino all’asse al centro, successivamente creiamo i parametri / TIPI DI FAMIGLIA -> NUOVO PARAMETRO -> NOME: Semilunghezza e nella  dicitura “Raggruppa parametro in” sia selezionata l’opzione “Vincoli”.  Ripetiamo gli stessi procedimenti anche per la Lunghezza, Larghezza e Altezza da terra, raggruppando i parametri in “Quote”.

tipi di famiglia quote.PNG7. Ora si assegnano le nostre quote ai parametri così da poter governare le dimensioni del nostro oggetto/ Selezionare la quota -> ETICHETTA

etichette 2.PNG

8. Ora andiamo nei parametri e associamo delle dimensioni di base a nostro piacere.

valori ai parametri.PNG

9. Ora salviamo questo tipo/ TIPI DI FAMIGLIA -> NUOVO TIPO -> NOME.

nome del tipo.PNG

10.Cambiando la vista in “Fronte” così da poter assegnare lo spessore. Creiamo un piano di riferimento e generiamo una quota dal livello di riferimento al nostro piano, associamola al parametro “Spessore” e si allinea   l’estrusione chiudendo il lucchetto.

spessore fronte.PNG

11. Apriamo la vista 3D per potere osservare il nostro componente parametrico in 3D.

modellino parametrico.PNG

12. Creato il nostro componente è arrivato il momento di iniziare ad assemblarlo/ FILE -> NUOVO -> PROGETTO -> MODELLO DI COSTRUZIONE. Fatto ciò carico la famiglia creata: Inserisci -> Carica famiglia. 

carica famiglia_0.PNG

13. Prima di inserire il nostro Tipo creiamo una griglia fatta di piani di riferimento posti casualmente che ci servirà per la composizione successiva.

griglia piani 2323232.PNG

14. Ora inseriamo il nostro elemento / BROWSER DI PROGETTO -> FAMIGLIE -> MODELLI GENERICI -> SR-COMPONENTE 1 trascinandolo all’interno del piano di lavoro. La disposizione può essere causale, inoltre per ruotare di 90° il nostro elemento basta premere il tasto “space”.

browsewr di prog_0.PNG15. Allineiamo i nostri elementi alla griglia e salviamo il nostro progetto/ FILE -> SALVA CON NOME -> PROGETTO.

Ora andiamo a creare la nostra composizione, ottenendo questo risultato

finale 1.PNG

16. Ora per rendere più particolare la composizione si cambiano le quote-Tipi di famiglia – modifica parametro – istanza e possiamo così cambiare a nostro piacimento i valori.

Otteniamo così òla composizione finale.

compos finale_0.PNG

 

Mar, 21/09/2021 - 15:03
Consegna d'esame_ Veronica Cesaroni e Sofia De Rose

L'idea progettuale si è sviluppata a partire dall'analisi degli elementi attualmente assenti all'interno del Dipartimento e che potrebbero tornare utili a noi studenti. Passando molto tempo all'interno delle aule studio presenti in Dipartimento abbiamo notato come la nostra vita ruoti intorno al computer, per questo molti adoperano dei supporti che consentono una migliore postura ed un minore surriscaldamento dell'oggetto stesso, tuttavia, portare ogni giorno questo tipo di supporto può risultare scomodo, mentre averlo in dotazione nelle aule studio potrebbe essere molto utile.

IMG_8258.jpg 

Immagine del prototipo realizzato: supporto per il computer

Dovendo noi spesso riportare molte misure prese durante i rilievi sul computer o comunque consultare degli appunti e riportarli in digitale abbiamo pensato di integrare in questo supporto per il computer anche altre funzioni come quella di supporto per il taccuino e per il cellulare. 

IMG_8270.jpg

Immagine del prototipo realizzato: tre diverse altezze per le tre diverse funzioni

Inoltre, avendo noi spesso la necessità di realizzare anche dei plastici o dei disegni in aula studio abbiamo pensato di integrare all'interno dell'oggetto, ruotandolo, anche la posisbilità di riporvi degli utensili come il taglierino o il portamine. 

IMG_8268.jpg

Immagine del prototipo realizzato: organizer per la scrivania 

Successivamente, in seguito ad una revisione abbiamo considerato anche il fatto che un sostegno del genere potrebbe essere molto utile anche nelle aule in cui non sono presenti dei tavoli ma soltanto le sedie con la ribaltina. Avendo, infatti, noi frequentato diversi corsi in quelle aule abbiamo sempre riscontrato la scomodità data dal fatto che le ribaltine non sono stabili e comode come supporto dei computer, per cui ci ritrovavamo spesso a tenere il computer sulle gambe.

Abbiamo così deciso di apportare alcune modifiche al nostro oggetto in modo da conferirgli una duplice funzione: non solo quella di sostegno del computer sui tavoli ma anche quella di sostegno per il computer da fissare alle sedie sopra descritte. In particolar modo, aggiungendo/togliendo alcuni elementi dell'oggetto è possibile convertirlo da una funzione all'altra. 

In particolare, per quanto concerne la descrizione dell'oggetto stesso, questo è stato ralizzato in cartone di recupero, ottenuto presso il magazzino di una cartoleria che ne smaltisce molteplici quotidianamente.

L'oggetto, denominato da noi Multi - Support è composto da 44 sezioni, di cui 5 tipologie: ci sono degli elemeneti trasversali ed altri longitudinali che ne costiuiscono la struttura principale. Questi sono stati incastrati tra loro tramite incastri reciproci, realizzando dei tagli equivalenti alla metà dell'altezza di ognuno dei pezzi in modo tale da conferire una maggiore stabilità. In particolare, gli elementi trasversali sono stati progettati con delle leggere variazioni in lunghezza che conferiscono all'oggetto una forma più fluida e quindi maggiormente adattabile all'utilizzo, non solo anche la parte anteriore di questi elementi trasversali è stata arrotondata in modo tale da rendere più piacevole l'appoggio e esteticamente più valido l'oggetto. 

IMG_8330.jpg

Immagine del Multi-Support: sezioni principali dell'oggetto 

A queste due tipologie di elementi principali, nel caso di utilizzo unito alle sedie, si aggiungono da una parte dei sostegni a "C" che abbiamo adoperato per fissare l'oggetto principale alla ribaltina, mentre dall'altra parte degli elementi che consentono di prolungare il bracciolo e quindi costituire un secondo appoggio per l'oggetto ed infine degli elementi che servono a fissare questo prolungamento del bracciolo al bracciolo stesso. 

IMG_8305.jpg

IMG_8301.jpg

IMG_8322.jpg

Mar, 21/09/2021 - 12:56

Pagine