The Tower

Terza Consegna

Dom, 08/07/2018 - 21:53
The Temple

Seconda Consegna

Dom, 08/07/2018 - 21:52
Artù

L’idea:

dopo aver osservato i bambini che giocavano all’interno del parco “Cavallo Pazzo” nel quartiere Garbatella, ho pensato che l’oggetto che mancava all’interno dell’area di gioco fosse una porta da calcio. La prima idea è stata quindi quella di pensare ad una porta che si potesse costruire con degli oggetti semplici, tagliati a laser, ed irrigiditi con del cordino. (nella foto, la pagina di destra)

 

2_6.jpg

 

Per la tecnica costruttiva mi sono ispirato ad un oggetto che molti Boy Scout conoscono, il <<PH>>.

Il PH è un oggetto utilizzato per abbellire il campo scout. Il nome deriva dalle iniziali francesi del termine Paraboloide Iperbolico, una figura che deriva dal tessere i cordini seguendo alcune semplici regole. Il PH non è nient’altro che una superficie rigata, ovvero una figura la cui superficie è formata da segmenti (come può essere un cordino teso).

 

1_1.jpg

 

 

Già dai disegni però non riuscivo a creare una struttura che fosse solida e rigida lungo tutti e tre i piani dello spazio.

Ho cercato quindi di superare la struttura della porta da calcio e di creare un insieme di tende all’interno delle quali i bambini potessero giocare agli indiani o nascondersi.

Un primo plastico mi ha fatto capire tuttavia che non avrei mai potuto connettere i pilastri tra loro con la tecnica del “fitting”, ovvero attraverso una serie di incastri a secco e senza l’uso di colle.

 

3.jpg

 

4_0.jpg

 

 

Ho pensato quindi che se quella superficie matematica si chiamava <<selloide>>, non avrei potuto progettare altro che una seduta a forma di sella.

 

5.jpg

 

Una sella ha bisogno di un cavaliere, da qui il nome dato alla sella parametrica: “Artù”, in riferimento a Re Artù e I Cavalieri della Tavola Rotonda. (avrei voluto progettare anche un tavolino a forma circolare ma non ho avuto il tempo).

 

6.jpg

 

7.jpg

9.jpg

10.jpg

11.jpg

 

 

I vincoli che ho incontrato sono stati:

_ Il nesting, ovvero il modo quanto più intelligente di incastrare i componenti tra loro per avviarli al taglio laser, in maniera tale da sprecare meno materiale possibile e quindi risparmiare anche il costo di produzione.

_ Le dimensioni della lastra di compensato da tagliare, dal momento che dovevo incastrare più pezzi possibile in un pannello di dimensioni 60x90 cm.

 

 

12.jpg

13.jpg

 

14.jpg

 

Per progettare questa sedia parametrica sono partito modellando una family in Revit. Ho settato opportunamente i parametri, creando un parametro di istanza per l’altezza.

Ho importato il tutto in un file project e ho calibrato le altezze degli elementi ad L, in modo tale da ottenere la struttura portante della sedia.

 

16.JPG

 

17.JPG

18.JPG

19.JPG20.JPG

La tecnica di montaggio è relativamente semplice: ho creato una sorta di <<dima - bussola>> e ho dato un codice ad ogni elemento. A titolo d'esempio riporto lo schema di incastro dei primi 4 elementi. 

21.JPG

Un foro posto in sommità permette al cordino (un unico cordino di 17 metri) di tessere la sella.

22.JPG

23.JPG

24.JPG

27.jpg

Dedico questo progetto al piccolo Lorenzo Capobianchi Fabres Neves.

Dom, 08/07/2018 - 18:45

Pagine