Assemblaggio formale parametrico_Booth + 10 parole finali

1. Per prima cosa ho creato una nuova famiglia > modello generico e mi sono creata attraverso dei piani di riferimento, le linee guida della '' casetta esterna '' ed inserisco tutte le quote, anche quelle angolari che mi andranno a cambiare, in base all'angolo la forma dell'oggetto.

2. successivamente mi vado a creare quella che sarà la ''parete attrezzata'' dei booth.

Questa la realizzerò attraverso il modello di facciata continuo 

mi creo quindi una nuova famiglia basata sul  Pannello di facciata continua e mi creeo attraverso l'uso dei piani  di riferimento e il comando crea estrusione, il mio pannello principale

3. Procedo quindi impostando il Progetto partendo dalla ''parete attrezzata'' : creao nuovo progetto, disegno un muro con le dimensioni che mi servono e nelle proprietà del tipo gli dico quale sarà il pannello di facciata e gli do il pannello principale creato nella precedente famiglia.

7.1.jpg4. Ho gia impostato la mia griglia 50cm  x 50 cm,questi pannelli si andranno a estrudere dalla parete per diventare delle sedute a cubo appunto di 50x50 cm 

9.1.jpg11.jpg5. successivemnte vado a modificare la griglia per fare si che mi si crei un'altro pannello da cui posso estrudere un tavolo e andrò anche a modificarla per assotigliare la parte superiore e darle più movimento controllandolo sempre nella vista 3d.

14.jpgrrrrr.jpginfine ho inserito una figura umana per capire le proporzioni se erano corrette.

17.jpg6. A questo punto vado a creare il Booth vero e proprio che andrà a coprire e integrare la parete attrezzata :

Nuova famiglia > modello generico basato su linea > e creo il mio pannello:

18.jpg19.jpg7. Torno alla mia famiglia iniziale con le linee guida del booth e faccio : inserisci > carico famiglia, e carico quest'ultimo pannello

20.jpg8. una volta caricato lo inserisco andando a impostare i nuovi piani di riferimento 

faccio in modo tale che il pannello segua le linee guida che avevo prefissato 

22.jpg9. A questo punto avro il mio Booth con la copertura che potrà variare in base all'angolo che io scelgo : 

32.jpg33.jpg10. Torno adesso al progetto della parete attrezzata e faccio : Inserisci > carica famiglia e carico i miei tre diversi booth :

0000.jpga questo punto mi metto nella vista dall'alto e posiziono i booth provando inizialmente solo la prima tipologia con la falda classica e facendo una copia speculare della parete attrezzata

28.jpg30.jpgattraverso il comando matrice scelgo quante volte ripetere tutto l'insieme

29_0.jpgIn fine decido di inserire tutte e tre le tipologie diverse di coperture : 34.jpge  questo è il risultato nelle viste 3d35.jpgAnnotazione 2020-06-16 153611.jpgEnscape_2020-06-16-13-16-29.png

 

10 Parole - Finali 

  • Modellazione : definire una forma tridimensionale in uno spazio virtuale
  • Sistema – organizzazione : necessità di organizzare ciò che si vuole modellare
  • Ordine : necessità di avere un ordine prestabilito dei passaggi da eseguire
  • Rigido \ freddo : legato in particolare al modo di visualizzare gli oggetti
  • Progettazione : di qualsiasi cosa senza apparenti limitazioni
  • Variazioni : capacità di poter variare un singolo elemento influenzando tutto il resto
  • Assemblaggio : operazioni necessarie per mettere insieme le varie parti di quello che sarà poi un insieme di piccoli progetti
  • Riferimento : legato alla necessità di delimitare ‘’ il foglio bianco ‘’
  • Forma : legato alla libertà nel poter creare qualsiasi tipo di forma
  • Controllo : in particolare in riferimento sempre alla forma di cui appunto si ha il massimo controllo

Part_to_Whole_04.jpg

 

Installazione, Padiglione Seoul, Corea del Sud

Architetti : HG-A | Componenti in diretta

Anno : 2014 

Fotografie : Kyungsub Shin 

Fonte : https://www.archdaily.com/544023/part-to-whole-hg-a-live-components?ad_medium=gallery

 

 

 

NUOVA OPZIONE : 

Ho provato a modificare il progetto fatto in mìprecedenza ma mi ero resa conto che il problema era in quanto risultasse ''massiccio'' di conseguenza ho preferito provare a estrapolare da questa prima idea gli elementi che mi piacevano e che volevo mantenere : 

TAVOLA_NUOVO_PROGETTO_BIM.jpgDopo aver deciso le modifiche che avrei fatto : 

Ho creato un nuovo modello  generico basato su linea e realizzato il telaio base ndi piani di riferimenti dove successivamente andrò a inserire i diversi elementi.1_0.jpg4_0.jpg5_0.jpg​>Successivamente ho iniziato a creare i diversi elementi :

9.jpg realizzato l'elemento verticale principale realizzo la seduta : 

13.jpg16_0.jpgogni famiglia che creo la salvo con il nome del prorpio elemento, creo infine l'ultima famiglia : la pensilina, successivamente assegno il materiale ai singoli oggetti :23.jpguna volta definito il materiale ho assemblato il tutto : 

37.jpg38.jpgdopodichè ho duplicato e specchiato l'elemento all'interno del file progetto : 

42.jpgC.pngA.png

Mar, 16/06/2020 - 16:18
Progetto Pensilina Spiderweb

1. Apro una prima famiglia Line Based e creo diversi tipi di trave variando la misura della sezione. Questa sarà la famiglia "figlio" che andrò ad utilizzare per il mio telaio base. 

2. Vado ad aprire quella che sarà la mia famiglia "madre", stavolta  Generic Model, e inizio a creare lo scheletro del mio telaio base attraverso due  reference line. Inserisco le quote angolari per l'angolo alla base e l'angolo mediano e associo loro dei parametri di istanza condivisi, così da poterli variare anche una volta che avrò importato la famiglia "madre" nella famiglia "nonna".2_linee riferimento.png3. Inserisco gli elementi "figlio" in modo da creare un telaio base composto da pilastro, trave, puntone e travicelli (che ho nominato "listelli"). La lunghezza del puntone la imposto come parametro condiviso di istanza poichè ho in mente di variare l'angolo mediano nell'assemblaggio finale e di conseguenza dovrà variare anche la lunghezza del puntone.3_inserimento travi figlio.png4.Anche ad ogni travicello associo un parametro di istanza condiviso perchè anch'essi varieranno la loro lunghezza in modo indipendente dagli altri simili nell'assemblaggio finale.

4_listelli creazione.png5.Inserisco il telaio base appena creato in una nuova famiglia Generic Model (la famiglia "nonna") ed eseguo un array radiale con 12 elementi telaio base.array radiale.png6. Ottengo il risultato che segue ed è evidente che i listelli non raggiungono il telaio adiacente. Ma per fortuna avevo creato dei parametri condivisi associati alle loro lunghezze e posso dunque variare adesso le misure.

listelli da allungare.png7. Vario i parametri dalla scheda proprietà di ogni telaio base ed ottengo il risultato sperato.

listelli allungati.png8. Decido inoltre di variare l'angolo mediano di ogni elemento telaio e di conseguenza aggiusterò anche la lunghezza del puntone, anch'essa parametro condiviso.variazione angolo mediano.png

9. Facendo una Schedule, si può notare chiaramente che la pensilina risulta essere composta da 12 telai madre, ognuno dei quali varia rispetto agli altri per l'angolo mediano e la lunghezza del puntone; mentre le misure dei listelli rimangono invariate in tutti i telai.

schedule +_0.png

10. Inserisco la famiglia "nonna" in un file di progetto ed imposto le viste. Come si evince dal nome assegnato al progetto, l'idea era quella di riproporre, anche attraverso l'ombra della struttura, l'immagine di una ragnatela o comunque di una struttura non totalmente "artificiale" ma che ricordasse un elemento naturale.

vista3.jpgvista5 - 3D View - 3D View 1.jpg

vista4 - 3D View - 3D View 1.jpgvista6 - 3D View - 3D View 1.jpg

Mar, 09/06/2020 - 03:57
Assemblaggio_Formale_Parametrico_01

Partendo da un Metric Generic Model Line Based, ho iniziato a creare le mie famiglie che poi andrò ad assemblare per creare una sedia.

1_0.png

Sono partita dalle gambe della sedia, che ho voluto farle con un profilo circolare. Ho assegnato quindi un parametro alla lunghezza

2_0.png

e al diametro.

3_0.png

Successivamente ho creato una nuova famiglia, sempre basata su linea, per creare il "telaio" della sedia. Anche qui, come in quella precedente, ho assegnato dei parametri che mi serviranno più avanti: l'altezza del telaio, la lunghezza

4_0.png

e infine la base.

5_0.png

La terza famiglia la apro con il Metric Generic Model, e qui vado ad impostare delle linee di riferimento che mi serviranno per lo "scheletro" del mio assemblaggio finale.

6_0.png

7_0.png

Inizio a parametrizzare tutto ciò che mi sarà utile: gli angoli delle gambe e dello schienale e le varie lunghezze che in seguito verranno modificate.

8_0.png

Essendoci angoli, lavorerò molto con le formule trigonometriche.

9_0.png

Dopo aver caricato le prime due famiglie, mi assicuro che tornino tutti i parametri e che il progetto funzioni.

11_0.png

Dopo di che creo una nuova famiglia dove andrò a progettare un singolo pannello, al quale ho dato un materiale,

12_0.png

che posizionerò su un Metric Generic Model Face Based, e col quale andrò a creare, tramite Array, una "griglia"

13_0.png

che posizionerò nell'assemblaggio finale sulla "seduta" e sullo "schienale" della mia sedia

14_0.png

15_0.png

Infine, dopo aver collegato tutti i parametri con quelli "principali", posso modificare la sedia.

16_0.png0002.png

0003.png

0004.png

0005.png

0006.png

Dom, 07/06/2020 - 19:32
Assemblaggio Formale Parametrico - Pannello di facciata

Sulla base dell'esercitazione precedente, ho ritenuto interessante continuare il progetto dei portali a capriate, aggiungendo alla struttura un sistema di rivestimento di tipo : Facciate continue . Ho organizzato il lavoro seguendo il seguente schema. Il mio obbiettivo era basato sulla possibilità di avere un buon controllo su tutte le parti della struttura.

schema.png

1.Apriamo quindi una nuova famiglia in cui andremo a realizzare solo il profilo di estrusione. Facciamo questo per poter modificare i parametri di spessore e larghezza del profilo. Questo ci sarà utile più avanti.

F8.jpg

2.Cosi come nell'immagine sottostante creiamo i piani di riferimento e vincoliamo ai piani il perimetro del profilo. Creiamo due parametri Base ed Altezza. Salviamo la famiglia.

F9_0.jpg

3. Andiamo a creare ora una nuova famiglia che conterrà all'interno il singolo listello di frangisole.

F9a.jpg

4. In pianta creiamo una serie di linee di riferimento e aggingiamone dei parametri Istanza alla D, L, Lunghezza_tot. Questo per poter stirare o accorciare il listello nella famiglia in cui lo andremo ad inserire.

F10.jpg

F10a.jpg

5. Andremo a creare due elementi distinti. Il primo sarà un perno centrale circolare, fulcro di rotazione dei pannelli brise soleil. L'altro riguarda proprio il pannello frangisole. L'immagine sotto illustra il procedimento per la creazione del pannello. Utilizzo lo strumento Estrusione Lungo un percorso, creo due quote Marg, L_tot ed allineo il percorso di estrusione alla linea di riferimento.

F11.jpg

6. Seleziono ora il profilo creato precedentemente e termino la creazione dell'oggetto. Specchio l'oggetto rispetto al piano di riferimento centrale, entro nel pannello di modifica dell'estrusione e vincolo la linea di percorso di colore violaceo alla linea di riferimento di colore verdastro.

F11a.jpg

7. Ora assegno al profilo della sezione dei due pannelli i parametri B ed H, che serviranno a determinare lo spessore e la profondità del pannello stesso.

F12.jpg

8. Nell'immagine in basso creo l'asta tubolare, il perno di rotazione dei pannelli e gli assegno un profilo circolare che disegno nella vista a Destra. Ora devo vincolare il percorso di estrusione alle linee di riferimento ed assegnarli il vincolo di Lunghezza L

F13.jpg

9. L'oggetto Estrusione Lungo un Percorso ha il parametro di Angolo Pre-settato, che possiamo attribuire ad un parametro da noi creato e quindi gestire in una nuova famiglia successivamente.

F14.jpg

10.

F15.jpg

F16.jpg

11.

F17.jpg

12.

F18.jpg

13.

F19.jpg

14.

F20.jpg

15.

F21.jpg

16.

F22.jpg

17.

F23.jpg

18. Iniziamo ora la fase dell'assemblaggio 2 - La creazione di un Nuovo Progetto Architettonico

F25.jpg

19

F1.jpg

20.

F2.jpg

21.

F3.jpg

22.

F4.jpg

23.

F5.jpg

24.

F6.jpg

25.

F7.jpg

26. Ho aggiunto un po di dettagli in pianta, ho aumentato il numero delle campate e ho collegato i fili strutturali trasversali, di cui il filo B è bloccato (pinnato), mentre G ed H si possono muovere. Ho aggiunto un nuovo parametro Luce, con una breve formuletta, in modo che i fili strutturali siano sempre in asse con il pilastro. Questo mi servirà successivamente, quando dovrò inserire le Curtain Wall.

I telai sul filo A e C sono vincolati al filo strutturale B, esattamente al centro.

F24.jpg

27. Tutti i parametri evidenziati in rosso, nell'immagine sottostante, indicano i parametri relativi al TELAIO. Tutti gli altri sono relativi alla Gestione della Curtain Wall.

F26.jpg

28.

F27.jpg

29.

F28.jpg

30.

F29.jpg

31.

F31.jpg

32.F32.jpg

33.

F33.jpg

34.

F35.jpg

35.

F36.jpg

36.

F37.jpg

37.

F38.jpg

38.

F39.jpg

39.

F40.jpg

40.

F41.jpg

41.

F42.jpg

42.

F43.jpg

43.

F44.jpg

 

 

 

 

 

Dom, 07/06/2020 - 18:15

Pagine