TERZA CONSEGNA - PROGETTO FINALE

render 3.jpg

Per questa ultima esercitazione ho cercato di sperimentare il tema dell'incastro e della ripetizione. Trovo molto interessante come, ripetendo poche unità diversificate tra loro solo tramite alcuni parametri, si possano ottenere forme complesse e come questo possa determinare anche delle qualità pratiche, ad esempio la facilità di messa in opera e l'economicità della struttura. Per ottenere il risultato sperato ho provato a lavorare con la nidificazione tra famiglie, ottenendo infine una famiglia madre che contenesse gli obiettivi del progetto.

1) Creazione della famiglia FIGLIO:

Inizio aprendo una nuova famiglia dal metric generic model, lavorando in pianta e in prospetto traccio i miei piani di riferimento e creo l'estrusione tramite l'apposito comando. Dopo aver vincolato l'estrusione ai piani, posso iniziare a quotare e parametrizzare l'oggetto che salverò con il nome RV- famiglia figlio.

1_0.JPG2_0.JPG

2) Creazione famiglia MADRE:

Metto da parte la prima famiglia e ne apro una nuova partendo sempre da metric generic mode, questa volta però lavoro solamente in prospetto sinistro.Inizio con il crearmi una serie di reference lines, due verticali e due inclinate, che tracceranno il contorno della struttura che voglio ottenere e che voglio controllare. Inserisco le quote angolari e le parametrizzo tramite valori di istanza, in questo modo ogni angolo, e quindi ogni assemblaggio, potrà essere controllato autonomamente all'interno del progetto.3_0.JPGA questo punto posso caricare la famiglia figlio nella madre e iniziare a settare i miei elementi strutturali sulle refence lines create, naturalmente vincolandoli ad esse in modo che al variare dei parametri angolari si muova anche la struttura. Dopo essermi accertata che il il tutto funzioni parametricamente, salvo come RV_famiglia madre.

4_0.JPG

3) File di progetto:

L'ultimo passaggio è stato inserire la famiglia madre nel file di progetto. Come prima cosa costruisco una griglia di piani di riferimento per orientarmi, la griglia misura 33,4 m x 14,10 m, mentre i piani sono distanziati l'un l'altro di 10cm.  Su questa vado a inserire le mie unità in maniera sfalzata,  modificando i parametri in base alla figura che voglio ottenere. Ogni unità, determinata da un'ampiezza dell'angolo A diversificata, viene ripetuta 6 volte all'interno dell'assemblaggio. Gli angoli utilizzati vanno da 150° a 125°, da 125° a 205°, da 205° a 125° e infine di nuovo da 125° a 150°. L'ultima cosa che faccio è crearmi un basamento tramite il comando floor.

5_0.JPG6_0.JPG7_0.JPG8_0.JPG9_0.JPGA.JPGRENDER1.jpgD.JPGE.JPG

Ven, 10/07/2020 - 23:15
Assemblaggio Formale Parametrico - Consegna 2

Questo mio assemblaggio parametrico nasce dall'idea di parametrizzare un affioramento roccioso naturale che si trova sulla costa dell'Irlanda del Nord, chiamato Selciato del Gigante, che ho visitato anni fa.

Per prima cosa ho iniziato creando una Famiglia con Metric Generic Model, importando il modello su Revit.

Successivamente ho inserito due piani di riferimento orizzontale e verticale (X e Y).

Tramite il comando "Extrusion", creo un parallelepipedo i cui lati vengono allineati mediante il comando "Align" ai miei piani di riferimento.

Cliccando "Annotate" sul menu in alto a destra, uso il comando "Aligned" per quotare la distanza tra i piani di riferimento. Quindi creo i miei due primi parametri (Altezza e Larghezza) su Ref. Level e successivamente in Front il terzo parametro di Spessore (che trovo in Family Tipes). Decido di crearli come parametri di ISTANZA in quanto successivamente nel progetto avrò bisogno di variarli uno per uno per ottenere la composizione voluta.

Cliccando sulla vista 3D, si può vedere in assonometria il componente parametrico appena creato pronto per essere usato.

Quindi salvo il file e cliccando su Nuovo Progetto --> Construction Template --> Ok, mi trovo davanti la schermata di un nuovo progetto e importo la Famiglia appena creata con dei semplici passaggi. Vado su "Load Family", scelgo nella cartella il mio componente --> Open e me lo ritrovo in Project Browser alla mia desta come sottogruppo dei "Generic Models".

Una volta importata la Famiglia non mi basta che trascinare sul Level 1 il componente e seguire l'idea di progetto. Per ricreare il Selciato del Gigante io non ho seguito un ordine preciso, nonstante abbia creato una griglia sottostante che mi "guidasse", ma ho voluto seguire l'andamento naturale delle rocce. I parametri che ho variato di piu sono stati lo Spessore (che varia da 400 a 4000) e l'Altezza (30, 60, 120, 240).

Il risultato finale è questo:Alcune viste renderizzate: 

E per finire un'immagine del complesso naturale di rocce al quale mi sono ispirata:

Ven, 10/07/2020 - 23:01
terza consegna

L' idea è quella di avere una seduta utilizzabile da entrambe le parti​, inoltre estendibile in base allo spazio a disposizione (composta da una serie di elementi ripetibili)

 

  • ASTA ORIZZONTALE - FAMILY​ - GENERIC MODEL

- vista 'back' - disegnare un piano inclinato di 10° e disegnare un solido, allineandolo al piano inclinato. Disegnare un altro piano a distanza di 5 cm e allineare a questo anche il bordo superiore. Infine assegnare all'asta una lunghezza di 2 m.

- sul piano orizzontale possiamo controllare lo spessore dell'asta - disegnando un piano parallelo a quello di riferimento, assegnandoli una distanza di 2 cm e allineando il solido a questo piano.

  • ASTA VERTICALE - FAMILY - GENERIC MODEL

- Vista 'back' - si disegna un piano orizzontale, ponendolo a 1,5 m di altezza. Da questo disegnare una reference line inclinata e creare un parametro angolare con  un label di istanza.

- disegnare un solido e allinearlo alla linea di riferimento. Modificare il 'workplane' del solido assegnandogli la linea di riferimento.

- assegnare come spessore 5 cm, posizionandolo a metà della 'reference line'. Parametrizzare la lunghezza con un label di istanza.

- a questo punto all'altezza del polo attorno a cui ruota l'asta verticale posizionare un solido (verosimilmente una sbarra) con diametro 1 cm posizionato a metà sbarra.

 La sbarra sporgerà dall'asta di 2 cm da entrambe le parti.

 

  • FAMIGLIA DI ASSEMBLAGGIO - 

-Inserire entrambe le famiglie nel nuovo file famiglia - posizionare l'asta verticale esattamente nell'origine, mentre l'asta orizzontale posizionarla a 1,65 m dall'origine

- creare due nuovi label di istanza - 'ANGOLO' e 'LUNGHEZZA' a cui andremo ad associare i label della famiglia figlio (asta verticale) - andare su asta verticale - edit type - dimension - associate family parameter

- A questo punto formare 11 tipologie

  • PROGETTO - GENERIC MODEL

- Caricare la famiglia di assemblaggio con i vari tipi e posizionarli (serie ripetibile all'infinito)

                                                                  

PS. Avrei voluto che le assi verticali avessero tutte la stessa lunghezza (ovvero esattamente quella delle asse orizzontali), sempre con un polo fisso. Quindi la posizione del polo sulle diverse assi sarebbe stata variabile e conseguentemente anche la parte "sopra". Però non ci sono riuscita: la lunghezza me la fa variare solo 'sotto' e se cambio l'altezza dell'impostazione del polo ovviamente non c'è più un polo fisso. Se qualcuno ha qualche idea su come fare accetto suggerimenti !!!

Mer, 08/07/2020 - 16:02

Pagine