Daniel Alejandro Guananga - Prima Esercitazione

Per questa prima consegna, riguardante la sperimentazione delle conoscenze acquisite nell’arco delle lezioni in classe, si è scelto di trarre ispirazione da un elaborato realizzato durante il corso di Disegno dell’Architettura, Prof.ssa Maria Cianci. Il disegno di seguito presentato non è di mia proprietà e non è stato possibile trovare l’autore. 

37597981_1792729184143143_8488988588367675392_n.jpg

Il seguente video raffigura, a velocità aumentata, i passaggi eseguiti al fine di ottenere il progetto finale.

 

 

La famiglia iniziale ha una dimensione di 10m X 0,5m X 0,3 m base.  

Passaggi eseguiti:

_ Apertura Revit -> Family template files -> Generic Model

_ Settaggio schermo -> Floor Plan + Elevation: Front

_ Creazione piani di riferimento -> Reference Plane       

                                                 N.B: due piani ortogonali tra loro di distanza “x” dai piani di riferimento, nel  

                                                         piano + un piano in alzato

_ Quotatura distanza dei piani di riferimento _ piani creati -> Annotate -> Aligned

_ Cambio unità di misura da Pollici a Metri -> Manage -> Project Units -> Length -> Units -> Meters

_ Parametrizzazione delle quote -> “Seleziono la quota” -> Create Parameter

                                                                                                                                           Nomi: . Larghezza

                                                                                                                                                      . Profondità

                                                                                                                                                      . Altezza

_ Modifico la quota, inizialmente pongo tutti i piani a distanza di un metro dai piani di riferimento

_ Creazione solido, di dimensioni “x” -> Create -> Extrusion

 _ Cambio modalità di visualizzazione -> Graphic Display Options… -> Shaded

_ Collego/Allineo le facciate del solido ai piani creati -> Create -> Align

Successivamente li blocco tramite il lucchetto comparso 

_ Modifico le dimensioni del solido tramite le proprietà dello stesso -> Create -> Family Types

                                                                                                                                            Dimensioni: .Altezza= 0.5m

                                                                                                                                                                .Larghezza= 10m

                                                                                                                                                                .Profondità= 0.3m

_ Salvo la Famiglia                

_Creo un file di progetto

_ Dal file famiglia carico l’oggetto nel progetto -> Create -> Load into Project

_ Cambio piano di lavoro, visualizzando pianta e prospetto contemporaneamente -> Project Browser -> Double click on “Elevation_North”

_ Per allineare le viste -> W+T

_ Per centrare lo zoom nelle schermate -> Z+A

_ Creo una griglia di riferimento, dove andrò a posizionare i miei oggetti, al fine di produrre la composizione

-> Structure -> Grid

_ Voglio poter cambiare le dimensioni (Parametrizzate) dell’oggetto:

            . Torno al file della famiglia

            . In modo da poter avere un parametro libero alle modifiche setto lo stesso modificando le sue

              Caratteristiche -> Create -> Family Types -> “Nome Parametro” -> Edit -> Parameter -> Parameter

              Data -> Instance

            . Al fine di ottenere la condivisione dello stesso parametro, cambio il suo settaggio in parametro

              condiviso -> Parameter type -> Shared parameter -> select -> Edit -> “Nome” -> Ok

               N.B: I rimanenti parametri, non condivisibili, dovranno essere settati come Parametri di

                                         tipo/ Type

             . Ricarico la famiglia nel progetto -> Load into project

             . Apro la tabella relativa agli oggetti, mi aiuterà a settare le dimensioni desiderate per il parametro

               condiviso -> View -> Schedules -> Schedule/Quantities -> Category: -> Generic model -> Ok -> “Nome  

               parametro” -> Add parameter(s) -> Ok

_ Setto il parametro condiviso del primo oggetto (prima e unica voce visualizzato nella tabella)

_ Posiziono l’oggetto nella griglia di riferimento

_ Carico altre copie della famiglia -> Project Browser -> Generic Models -> “Nome famiglia” -> Trascino nella

     finestra in cui sto lavorando

            N.B: Al caricare, nel progetto, nuove famiglie si andranno a creare nuovi voci, modificabili, nella tabella

            N.B’: Cambio l’orientamento dell’oggetto -> “Seleziono oggetto” -> Rotate

_ Creo una finestra di visualizzazione 3D -> Default + 3D View

_ Creo delle linee guida in alzato -> Architecture -> Level

_ Copio gli elementi nella nuova posizione -> “Seleziono gli oggetti” -> Copy to clipboard -> Paste from

     Clipboard

_ Modifico, gli oggetti desiderati, nel parametro desiderato, tramite la tabella 

Sab, 03/11/2018 - 11:26
Esercitazione 1

Esercitazione 1

Mer, 31/10/2018 - 13:59
Camilla Peraino - Prima consegna

01 Creo la parte (Family) che comporrà il mio assemblaggio (Project) tramite il modello di famiglia Generic Model

02 All'apertura del nuovo file avrò davanti le due viste su cui andrò a operare direttamente (Reference level e Front view) e le relative tracce dei piani di riferimento predisposti di default dal sistema. 

03 Ho bisogno di tracciare dei nuovi piani di riferimento ai quali ancorare il mio oggetto: tramite il comando Reference plane individuo due punti nello spazio per i quali so che il piano dovrà passare. Questi punti serviranno solamente a definire la direzione che il piano dovrà avere, 
poiché la sua distanza dai piani di riferimento sarà impostata in un secondo momento inserendo delle quote. (In blu i nuovi piani di riferimento: Profondità e Larghezza in Reference level, Altezza in Front view). 

Ai fini delle variazioni in altezza che successivamente ho cercato di ottenere ho tracciato due piani di riferimento nel prospetto frontale, uno a una quota superiore e uno a quota inferiore rispetto allo zero. 

 

04 Ogni piano appena tracciato è stato quotato rispetto a quelli di sistema (Annotate -> Aligned): in questo modo sto iniziando a definire le dimensioni che il mio oggetto dovrà assumere, e sarà possibile modificarle intervenendo direttamente sulla quota piuttosto che muovendo il piano. 
In particolar modo l'altezza del mio oggetto non è stata definita semplicemente come differenza di quota tra i due piani tracciati, bensì come somma della distanza reciproca dei due piani di riferimento rispetto allo zero; in questo modo modificandone la quota non otterrò lo spostamento
di un piano rispetto a un altro, ma lo spostamento simmetrico di entrambi rispetto al piano a quota 0.  
Successivamente ogni quota è stata parametrizzata: larghezza e profondità sono diventate dei parametri di tipo, mentre l'altezza un parametro di istanza, in modo da poter introdurre delle variazioni in questo senso alle singole parti una volta assemblate.
Nell'elenco Family types trovo tutti i parametri creati e li posso modificare direttamente da qui. 

 

05 Ho definito l'estrusione, inizialmente non tenendo conto delle sue dimensioni che definirò successivamente tramite i piani di riferimento. 

 

06 Allineo ogni faccia del parallelepipedo al piano di riferimento ad esso immediatamente parallelo (Create->Align e poi bloccando l'allineamento): in questo modo ho legato la parte creata ai piani di riferimento, e quindi ai loro parametri che rappresentano ora proprio le dimensioni dell'oggetto. 

 

07 La parte è pronta per essere assemblata: creo un nuovo progetto e inserisco gli oggetti creati tramite Load into project

 

08 In questo caso ho tracciato una griglia di riferimento (tramite piani di riferimento) nel Reference level del progetto e vi ho poi inserito le parti create. Non sono ancora state introdotte variazioni alla composizione, ma selezionando uno degli oggetti caricati è possibile trovare nelle sue 
proprietà, tra le dimensioni, il parametro di Altezza, ovvero l'unico paramentro di istanza creato, e che quindi è possibile modificare a piacimento per ogni singolo oggetto. 

09 Per facilità preferirei modificare le altezze dei parallelepipedi direttamente da una Schedule che mostri il valore del parametro di cui ho bisogno per tutti gli oggetti che sto assemblando. 
Per farlo torno a modificare il parametro di altezza nella famiglia e da "Family parameter" lo trasformo in "Shared parameter" (denominato C_Altezza), in modo da poterlo elencare in una schedule. 
Ricarico quindi la parte nel progetto sovrascrivendo la famiglia già presente e i relativi parametri. 

10 Modificando i valori i valori delle altezze dalla schedule ottengo la composizione cercata: una griglia regolare di parallelepipedi tutti uguali in larghezza e profondità, di cui ho modificato alternatamente in senso crescente e decrescente le altezze per movimentarne il profilo altimetrico in maniera omogenea.  

 

Mer, 31/10/2018 - 13:04
Prima consegna

Alternanza di parametri vincolati e parametri non vincolati

Mer, 31/10/2018 - 12:06

Pagine